Pinza Stampa

pinza_venetaLa Pinza, conosciuta anche come "torta putana", è diffusa in tutto il Veneto, in particolare nella provincia di Treviso. Dolce povero, molto condito e aromatizzato, è sempre presente nelle tradizionali feste invernali del "pan e vin". Fino alla meta' del secolo XX era preparato con un impasto di farine di frumento e granoturco, uva passita, fichi secchi, gherigli di noci, semi di finocchio ecc., ridotto a forma di parallelepipedo molto basso, avvolto in foglie di verza e cotto sotto la cenere del focolare. Questa torta rustica, dal tipico retaggio contadino, può essere di due tipi. La pinza lievitata è prodotta prevalentemente nel territorio della sinistra Piave della provincia di Treviso e nelle zone limitrofe a Vittorio Veneto e Conegliano. Quella non lievitata è più diffusa a Treviso e nelle zone della destra Piave.


www.bottegadimarca.it

 

Ricetta Pinza dolce

Ingredienti:

1 l. latte.
500 g. farina mais.
500 g. farina bianca
100 g. zucchero.
200 g. fichi secchi.
100 g. uva sultanina.
50 g. pinoli.
2 uova.
1 la buccia di un’arancia non trattata.
1 bicchierino grappa.
1 cucchiaino semi finocchio.
30 g. burro.
Un pizzico di sale.

Preparazione:

Ammollate l’uvetta nella grappa per un’ora. Tagliate a pezzi i fichi secchi. Tagliate a listarelle la buccia dell’arancia senza la parte bianca. Bollite il latte con lo zucchero e un pizzico di sale. Versate nel latte bollente a pioggia la farina gialla, con l’aiuto di una frusta , per non formare grumi. Togliete dal fuoco e unite la farina bianca.
Lasciate raffreddare, aggiungete le uova sbattute, le scorze d’arancia, i semi di finocchio, l’uvetta e i fichi, impastando bene il tutto. Ungete una teglia quadrata da forno con il burro e versatevi l’impasto. Sulla superficie dell’impasto distribuite i pinoli e dei fiocchetti di burro. Infornate a 120° per 3 ore o fino a quando il dolce sarà di colore bruno. Tagliate a pezzi e gustate la pinza quando è fredda.