Destinazioni

Aree Tematiche

Trova Hotel

Treviso Province
All world cities


Treviso Meteo

Sab Dom Lun Mar

Rete Fiere

Categorie Eventi

Follow us on...

Facebook LinkedIn Twitter YouTube
Banner
Banner
Prosecco PDF Stampa E-mail
3043508341_2fa8410062_oIl prosecco è un vitigno autoctono coltivato sui colli di Conegliano e Valdobbiadene fin dall'inizio del 1800. La sua origine è probabilmente legata al "Pucino", un vino assai conosciuto e apprezzato già in epoca Romana. La concentrazione della produzione nella zona compresa tra Conegliano e Valdobbiadene è dovuta all'incontro di questo vitigno col suo ambiente ideale, specifico di quest'area: la giusta natura e composizione dei suoli, colline ben esposte, piogge abbondanti e frequenti, temperature costantemente miti tra aprile ed ottobre e marcate escursioni termiche nel periodo della maturazione. I tre centri principali di questa parte settentrionale della Marca Trevigiana, conosciuta come "gioiosa et amorosa" fin dall'epoca medievale, secondo numerose testimonianze tra cui quella dello stesso Dante,  sono le città di Conegliano, Pieve di Soligo e Valdobbiadene, collegate, insieme a molti altri centri minori, lungo un percorso di quasi 50 Km, dalla ormai famosa Strada del vino Prosecco, inaugurata nel 1966, ma concepita fin dal 1938 sul modello della Deutsche Wienstrasse, che collega le valli del Reno e della Mosella. La storia del Consorzio di Tutela del Prosecco risale al 1962, anno in cui un gruppo di 11 produttori, in rappresentanza delle principali cooperative di viticoltori e delle grandi case spumantistiche, costituiscono il Consorzio e propongono un disciplinare di produzione. Sette anni più tardi, il 2 aprile 1969, il loro sforzo viene premiato con il riconoscimento, da parte del Ministro dell'Agricoltura, di Conegliano e Valdobbiadene come unica zona DOC di produzione del Prosecco superiore di Cartizze. A seconda dei terreni il prosecco cambia aspetto e allora i vignaioli lo chiamano "tondo", "lungo", "gentile" o "Balbi" dal nome del suo primo estimatore e selezionatore, il nobile veneziano Balbi Valzer. Il vino Prosecco ha caratteristiche di eleganza, leggerezza e snellezza, doti che lo rendono brioso e gli danno gradevolezza e ottima bevibilità. Il profumo è molto delicato con note fruttate (pesca bianca, pera, mela, albicocca), floreali (acacia, glicine, rosa), vegeta. Il Prosecco Doc di Conegliano-Valdobbiadene, se conservato in ambiente fresco e buio, mantiene le sue peculiari caratteristiche per dodici o diciotto mesi. Generalmente il Prosecco va servito alla temperatura di 10°-12°C.

Consorzio Tutela Prosecco Doc di Conegliano Valdobbiadene
Via Roma, 7
Solighetto Treviso
Tel.+39 0438.83028
www.prosecco.it

Prima Ricetta: Aragosta e frutti dell'adriatico al prosecco

33

Ingredienti per 4 persone:

Aragosta, 4 Tranci
Burro, 150 g
Capesante, 4
Carote bollite
Fungo porcino, 1
Gamberetti bolliti, 30 g
Panna, 1 Bicchiere
Scampi bolliti, 30 g
Tuorli d'uovo, 3
Vino spumante prosecco, 1 Bicchiere
Vongole, 500 g
Zucchine bollite

Per la preparazione:
Bollite aragosta, gamberi, scampi e capesante. Sgusciate e tagliate l'aragosta a medaglioni. Saltate le vongole senza condimenti. Estraete i frutti e lavateli nella loro acqua. Saltate nel burro con sale e pepe i frutti di mare. Poi preparate alcune fettine di funghi porcini freschi, le carote e le zucchine bollite. Per  preparare la salsa riducete il prosecco con sale e pepe, unitevi i tuorli d'uovo e qualche cucchiaiata d'acqua dei frutti di mare, quindi cuocete a bagnomaria e incorporate un po' alla volta il burro usando la frusta. Infine disponete in piccole terrine il trancio d'aragosta, le capesante, i gamberetti e le verdure; coprite il tutto con la salsa e gratinate al forno. 

Seconda Ricetta: Prosecco al melograno

prosecco_melograno

Ingredienti:

1 bottiglia di prosecco
1 e mezzo di melograni
5 cucchiai di contreau
6 fettine di limone
q.b. di ghiaccio

Per la preparazione:
Tagliare il melograno a meta e spremerlo col premiagrumi. Frullare il succo del melograno con il ghiaccio.
Scekerare il succo ottenuto col contreau. Aggiungere il prosecco e versare nei bicchieri.
Guarnire ogni bicchiere con una fettina di limone.
 
Copyright © 2017 Discover Treviso. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
doctors.com website