Destinazioni

Aree Tematiche

Trova Hotel

Treviso Province
All world cities


Treviso Meteo

Sab Dom Lun Mar

Rete Fiere

Categorie Eventi

Follow us on...

Facebook LinkedIn Twitter YouTube
Banner
Banner
Mela di Monfumo PDF Stampa E-mail

e0337a22melemonfumoLe mele coltivate (Malus communis silvestris) nell’area pedemontana della provincia di Treviso derivano dal melo originario della Transcaucasia: una coltura molto antica, come testimoniano ritrovamenti di palafitte in Svizzera, Austria e Svezia risalenti all’inizio della età della pietra. Questa coltura ha subìto alterne vicende, con il suo momento peggiore durante la crisi delle medie aziende agricole verso la fine del 1800, che provocò una forte emigrazione e, di conseguenza, un forte abbandono di queste colline. Oggi la produzione, pur scarsa, viene mantenuta con scopi di salvaguardia e valorizzazione delle produzioni tipiche locali, legate alle tradizioni del prodotto e del suo territorio. Nei “broli” (i frutteti) e nelle “chiusure” (i prati delimitati dagli alberi da frutto) vengono tuttora coltivati accanto a mele e pere autoctone, anche fichi, mandorli, susini e marasche. L’evento principale dedicato a questo frutto è “La Festa della Mela di Monfumo” che si tiene in centro al paese nel mese di ottobre. La mela di Monfumo ha forma tondeggiante, è rossa, piccola, profumata, molto farinosa alla maturazione, di ridotta conservabilità, che va consumata prima dell’inizio dell’inverno.
In generale la mela trova molteplici usi culinari. Nello specifico la Mela di Monfumo, per le sue particolari caratteristiche organolettiche, è adatta ad essere grattugiata per la creazione di una crema di mele cruda , oppure cotta senza torsolo e ripiena di marmellata.

www.marcadoc.it

 

Prima Ricetta: Torta di mele

Torta-alle-mele

Ingredienti per 4 persone:

250 gr. Farina "00"
150 gr. Burro
100 gr. Zuccherero
1 Uovo
½ Scorza di Limone grattugiato o cannella
1 Pizzico di lievito per dolci
3 Mele
1 Cucchiaio di Marmellata di Mele Cotogne
1 Cucchiaino di cannella
2 Cucchiaini di zucchero a velo

Per la preparazione:
Procedimento per la pasta frolla. Amalgamare gli ingredienti in una terrina ed ottenere un impasto omogeneo e compatto, avendo cura di non scaldarlo troppo, riporre quindi la terrina in frigorifero per almeno 20 min. così da far rassodare il burro dell’impasto.Imburrare uno tortiera e distendervi sopra la pasta frolla, evitando di creare dei buchi e formando un bordo rialzato di circa 1 centimetro. Distribuire sopra la pasta frolla uno strato sottile di marmellata, sbucciare e tagliare a spicchi non troppo sottili le mele(operazione da fare in fretta per evitare che le mele diventino nere) e disporle sulla crostata. In una ciotolina mischiare la cannella con 2 cucchiaini di zucchero a velo e spolverizzare la torta. Infornare a 175° per 40 min. Una volta sfornata lasciarla raffreddare prima di toglierla dalla tortiera per evitare che si rompa.
Seconda Ricetta: Crumble di mele

1688251356

Ingredienti per 4 persone:

2 grosse mele
70 g. di burro
120 g. di farina 00
70 g. di zucchero di canna
50 g. di mandorle
uvetta a piacere
pinoli a piacere
cannella in polvere

Per la preparazione:
Mescolare prima con una forchetta e poi impastare con le dita la farina, il burro freddo di frigorifero e lo zucchero di canna.
Il movimento da fare con le dita è quello che si farebbe dovendo sbriciolare del pane (to crumble --> sbriciolare) ed infatti l'aspetto del composto dovrà essere quello di grosse briciole. Tritare le mandorle in modo grossolano e aggiungetele all'impasto. Preparare una teglia da forno, che sarà anche quella di portata, e tagliate le mele a fettine sottili, dopo averle lavate e sbucciate. Le mele verrano posizionate a strati, uno sopra l'altro, spolverando su ogni strato un po' di cannella e unendo un po' di pinoli e uvetta. Sopra le mele, sbriciolate il composto di burro, farina, zucchero di canna e mandorle. Con esso coprite completamente le mele. Infornate posizionando la teglia sul ripiano di mezzo ad una temperatura di 180-200° per circa mezz'ora.
Il crumble è pronto quando è ben dorato. Servite caldo.
 
Copyright © 2017 Discover Treviso. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
doctors.com website