Destinazioni

Aree Tematiche

Trova Hotel

Treviso Province
All world cities


Treviso Meteo

Dom Lun Mar Mer

Rete Fiere

Categorie Eventi

Follow us on...

Facebook LinkedIn Twitter YouTube
Banner
Banner
Manzoni Moscato PDF Stampa E-mail

uvaneraNelle terre del piave, il vitigno più coltivato nella prima metà del Novecento era il Raboso Piave e proprio verso questo vitigno si diresse l'attenzione dell'illustre professor Luigi Manzoni, per lunghi anni Preside della Scuola di Viticoltura ed Enologia di Conegliano. Lo stimato scienziato voleva creare un nuovo vitigno, il quale, pur conservando le caratteristiche della pianta originaria (il Raboso), producesse un vino più morbido e gradevole.
Fra tutte le prove effettuate l'incrocio denominato I.M. 13.0.25 (era abitudine del professore chiamare i suoi nuovi vitigni solamente con le sue iniziali seguite da una fredda concatenazione numerica), sembrando il meglio riuscito, fu fatto impiantare in un appezzamento attiguo alla Cantina Sociale di Tezze, diretta dall'allora enotecnico Giacomini, che ne seguì l'evoluzione e cominciò a produrre il suo vino. Questo fu più che appagante per il professor Manzoni che ritenne concluso il suo compito. Qualche anno dopo, non trovando questo vino conveniente utilizzazione nella Cantina Sociale, fu venduto ad Avellino Da re, un operatore economico, che se ne era innamorato. Gli diede poi giusta valorizzazione commerciale e, temendo che la vigna di Tezze di Piave andasse estirpata, ne creò una di nuova nella sua azienda di Fontanelle. In anni più recenti infine il giovane enotecnico Renzo Da Re ebbe la felice idea di passare il nuovo vino in autoclave, ottenendo l'attuale interessante vino spumante dolce. A tutt'oggi l'Incrocio Manzoni 13.0.25 ha ottenuto l'identificazione nominale come Manzoni Moscato. E' un vino di un bel Rosa intenso, tendente ad un rosso rubino molto scarico con riflessi violacei, brillante, ha un gradevole profumo di moscato ed è gradevolmente acidulo.

www.marcadoc.it

Prima Ricetta: Crepes con zabaione al Moscato

normal_dolci

Ingredienti:

Per le crepes
100g farina
1 uovo intero
20g burro
1 pizzico di sale
1/4 di litro latte
Per lo zabaione
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero
2 mezzi gusci di Moscato
2 cucchiaiate di panna montata non zuccherata
Per decorare
Ciliege candite, zucchero a velo

 

Per la preparazione:

In una padellina antiaderente far fondere il burro. In una ciotola sbattere l'uovo con un pizzico di sale, aggiungere la farina e il latte poco per volta. Versare nel composto il burro fuso, mescolare bene e far riposare mezz'ora. Preparare lo zabaione sbattendo in un pentolino i tuorli con lo zucchero, aggiungere il Moscato e cuocere a bagnomaria senza far bollire e sbattendo continuamente fino a quando lo zabaione diventerà denso e spumoso. Metterlo a raffreddare in una ciotola. Preparare le crepes mettendo un mestolino di composto nella padellina dove abbiamo sciolto il burro e cuocendo bene da entrambi i lati.
Mescoliamo dall'alto al basso 2 cucchiaiate di panna montata allo zabaione ormai freddo, e spalmiamolo generosamente sulla crepe piegando a fazzoletto. Impiattiamo e decoriamo con ciuffetti di panna montata, ciliegine e zucchero a velo.

Seconda Ricetta: Gelatine al Moscato

gelatine_al_moscato_large_recette

Ingredienti per 6 persone:
250 ml di vino molto dolce
(moscato o passito)
6 fogli di gelatina (12 g
in tutto)
150 g di frutta mista
(mirtilli, mandarini, uva,
ribes…)

Per la preparazione:
Per realizzare 15 gelatine. Mettere a bagno in acqua fredda la gelatina per 5 minuti. Distribuire in una cubettiera da ghiaccio (meglio se di silicone, i cubetti si staccheranno più facilmente). Fare sciogliere in un pentolino la gelatina con il vino, a bagnomaria, mescolando bene. Versare il vino sopra i frutti di bosco e mettere il tutto in frigorifero per almeno 1 ora a solidificarsi. Sformare con delicatezza e servire per almeno 1 ora a solidificarsi. Sformare con delicatezza e servire.
 
Copyright © 2017 Discover Treviso. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
doctors.com website