Destinazioni

Aree Tematiche

Trova Hotel

Treviso Province
All world cities


Treviso Meteo

Mer Gio Ven Sab

Rete Fiere

Categorie Eventi

Follow us on...

Facebook LinkedIn Twitter YouTube
Banner
Banner
Lengual PDF Stampa E-mail

lengualIl “lengual” è un cotechino che contiene al suo interno la lingua salmistrata del maiale. È un prodotto tipicamente invernale, caratteristico di ogni posto in cui è allevato il maiale. Il cotechino è infatti un prodotto creato per utilizzare, a scopo alimentare,le parti più dure e grasse del suino come la cotenna, le orecchie e il muso. La tipicità è data dall’uso delle droghe di tradizione locale. Il “lengual” è un prodotto dalla reperibilità limitata, sia perché prodotto in modiche quantità, essendo possibile ottenerne solo uno per ogni maiale, sia perché prodotto solitamente per l’autoconsumo. Tuttavia si può occasionalmente trovare direttamente presso i produttori o degustare in alcuni agriturismi o ristoranti tipici della zona.


www.marcadoc.it


 

 

 

 

 

 

Prima Ricetta: Cotechino con le lenticchie

 

COTTURA DEL COTECHINO NON PRECOTTO: il cotechino va bucato con la forchetta in diversi punti e avvolto in una tela sottile e bianca, di cui legherete le estremità con uno spago. Immergetelo in una pentola con l'acqua necessaria a coprirlo completamente. Quando l'acqua avrà raggiunto l'ebollizione, abbassate la fiamma e lasciate cuocere lentamente, per almeno un'ora e mezza. Terminata la cottura, fate riposare il cotechino per qualche minuto nella sua acqua. Gettate il brodo di cottura, sfasciate l'insaccato, tagliatelo a fette non troppo sottili e deponetele su un piatto da portata col contorno che si desidera.

cotechino

 

RICETTA TRADIZIONALE DEL COTECHINO CON LE LENTICCHIE: La ricetta seguente è quella classica del cotechino con le lenticchie. La ricetta delle lenticchie vale anche per lo zampone. Le lenticchie, vanno cotte in acqua salata con il sedano e mezza cipolla. Quando sono cotte vanno sgocciolate. Si tolgono gli ortaggi. Le lenticchie vanno poi rimesse in una casseruola dove è stato fatto imbiondire l'altra mezza cipolla tagliata a velo. Si bagnano con due o tre mestoli d'acqua di cottura del cotechino. Si devono far stufare, in modo che assorbano l'acqua e s'insaporiscano. Il cotechino – che sarà stato tenuto in caldo – va disposto sul letto di lenticchie e portato in tavola. La tradizione vuole che se questo piatto viene gustato a capodanno si guadagneranno durante il nuovo anno tanti milioni (di euro) per quante lenticchie siamo riusciti mangiare.

 

Seconda Ricetta: Cotechino con le verze

 

c-cote3

 

Ingredienti per 4 persone:

 

-1 piccolo cotechino
-foglie verdi di una verza
-2 spicchi d’aglio
-olio d’oliva
-brodo, q.b.
-sale, pepe, q.b.

 

Preparazione: Lessare il cotechino a metà cottura. Eliminate la pelle. Scottate le foglie di verza in acqua bollente per pochi minuti. Sgocciolatele. Utilizzatele per avvolgere il cotechino ricoprendolo del tutto. Chiudere con una rete da cucina. Rosolare l’aglio nell’olio. Aggiungete il cotechino. Abbassare la fiamma. Cuocere coperto per mezz’ora. Versate il brodo secondo le necessità.

 


 
Copyright © 2017 Discover Treviso. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
doctors.com website