Destinazioni

Aree Tematiche

Trova Hotel

Treviso Province
All world cities


Treviso Meteo

Lun Mar Mer Gio

Rete Fiere

Categorie Eventi

Follow us on...

Facebook LinkedIn Twitter YouTube
Banner
Banner
Morlacco del Grappa PDF Stampa E-mail

formaggio_morlacco

Tipico e ormai quasi introvabile formaggio di malga. Appartiene a una tradizione antica ed è fatto con metodi che oggi sono considerati al di fuori di ogni regolamento. È possibile trovare ancora qualche casaro che lo produce ed è allora un assaggio di grande livello. È fatto con latte crudo, scremato, non pastorizzato, da una cottura sola. La cagliata viene messa in canestri di vimini a sgocciolare il siero. La salatura avviene a secco. La stagionatura un tempo avveniva o con la forma rivestita di creta o, addirittura, messa sotto lo strame di paglia delle stalle.
Tradizionalmente il formaggio Morlacco veniva consumato dopo 10–15 giorni dalla produzione. Oggi A.PRO.LA.V., Associazione Regionale Produttori Latte del Veneto, dopo aver condotto da tempo una serie di prove di stagionatura, porta a maturazione, collaborando con i malghesi, da 30 e fino a 90 giorni e talvolta oltre, alcune forme scelte di Morlacco, poste in depositi sotterranei e gallerie risalenti al primo conflitto mondiale, aspramente combattuto sul Massiccio del Grappa. Il morlacco stagionato non esiste quasi più. C'è al suo posto quello fresco, disponibile soltanto l'estate, quando le mucche sono all'alpeggio. La crosta è giallo paglierino, la pasta è tenera, bianco avorio, con minime occhiature e un gusto salato, leggermente acidulo, molto interessante. Ha un esclusivo consumo da tavola.

wwwmarcadoc.it

Prima Ricetta: Risotto al clinto e morlacco

risotto-al-barbera-dasti-douja-dor-dic08_3

Ingredienti per 4 persone:
Riso Carnaroli delle Badesse gr. 320
Vino Clinto, un bicchiere da tavola 150cl.
Formaggio Morlacco del Grappa gr. 100
Burro gr. 50
Brodo lt. 1
Cipolla.

Per la preparazione:
In una casseruola soffriggere il battuto di una cipolla di media grandezza con una noce di burro. Quando sarà inbiondita aggiungere il riso e tostarlo.
Versare mezzo bicchiere di vino Clinto e farlo asciugare fino a quando il riso diventerà ancora croccante. Versare il brodo precedentemente preparato, un mestolo alla volta fino a cottura. Aggiungere l’altro mezzo bicchiere di Clinto, il formaggio Morlacco del Grappa tagliato a dadini. Levare dal fuoco e mantecare il tutto. Servire in piatti ben caldi e Buon Appetito.

Seconda Ricetta: Ravioli di morlacco stagionato con ciliege di Maser
1028534509

Ingredienti (per 4 persone):
250 g di pasta all’uovo fresca
250 g di formaggio Morlacco stagionato
150 g di ciliegie di Maser sode e mature
1 uovo
crescione, melissa e dragoncello
30 g di burro
sale e pepe nero

Per la preparazione:
Preparare la pasta all’uovo al modo solito, aggiungendo all’impasto un po’ di melissa e dragoncello in modo da dare alla pasta un sapore fresco. Per la preparazione del ripieno: ammorbidire in una ciotola il formaggio Morlacco, tagliarlo a tocchetti, unire l’uovo e lavorare fino a ottenere un composto omogeneo. Salare e pepare. Tirare la pasta in una sfoglia sottile, tagliarla a dischetti e sopra ognuno porre una pallina di farcia. Chiudere a mezzaluna e sigillare bene i bordi. In una padella ben calda far scottare per qualche minuto con una bella noce di burro le ciliegie già snocciolate e tagliate a metà. Nel frattempo cucinare i ravioli in abbondante acqua bollente salata, scolarli e spadellarli con le ciliegie. Servire in tavola sopra un leggero lettino di crescione.
 
Copyright © 2017 Discover Treviso. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
doctors.com website