Destinazioni

Aree Tematiche

Trova Hotel

Treviso Province
All world cities


Treviso Meteo

Dom Lun Mar Mer

Rete Fiere

Categorie Eventi

Follow us on...

Facebook LinkedIn Twitter YouTube
Banner
Banner
Casatella Trevigiana PDF Stampa E-mail
1.tif-casatellaLa Casatella si può considerare tipica della zona trevigiana. L'A.I.PRO.LAT. (Associazione Interprovinciale Produttori Latte di Belluno - Treviso - Venezia) al fine di valorizzare, qualificare e tutelare la "Casatella" nostrana nel mercato globale ha chiesto il Marchio D.O.P. (Denominazione d'Origine Protetta).
La Casatella Trevigiana è un formaggio a pasta morbida, lucida, lievemente mantecata, fondente in bocca, di colore da bianco latte a bianco crema; sono ammesse lievi occhiature minute. La consistenza della pasta è tale da rendere la crosta esente o appena percepibile. Presenta forma tradizionalmente cilindrica, profumo lieve, latteo e fresco e sapore dolce, caratteristico da latte, con venature lievemente acidule.
La lunga tradizione casearia che sottintende la lavorazione della Casatella Trevigiana, trae origine dalla produzione del latte e dalla successiva trasformazione in formaggio da parte di molte piccole aziende agricole anticamente sparse sul territorio trevigiano. Le disponibilità spesso limitate di latte hanno fatto si che sovente il procedimento di caseificazione assumesse forme di estrema semplicità.
Il nome della Casatella, chiamata talvolta anche casata a seconda della forma, sembra derivare dalle parole casa, e de casada, proprio in ragione di questa consuetudine di produrla nelle case con attrezzi rudimentali. Ottimo formaggio da spalmare su fette di pane fresco, si accompagna particolarmente bene con i contorni di verdura o come conclusione di un pranzo leggero. È migliore se viene servito dopo pochi giorni dalla sua maturazione.





Consorzio per la tutela del formaggio Casatella Trevigiana DOP

Viale Santi Biasuzzi
Paese Treviso
Tel.+39 0422.951480
www.casatella.it

Prima Ricetta: Rosette di bresaola ripiene di Casatella Trevigiana su letto di Radicchio Rosso di treviso

E' un antipasto freddo, equilibrato e semplice da preparare. Si valorizzano due prodotti particolari che si completano a vicenda: la bresaola e la Casatella. Suggeriamo il consumo di questo piatto cambiando, in fase di stagione, il letto d'ortaggi da foglia impiegato come base.

bresaolaCasatella

Ingredienti per 10 persone:

600 g di radicchio o lattuga
tagliati a julienne
400 g di bresaola
400 g di Casatella Trevigiana
1/2 dl d'olio extravergine d'oliva
1/2 dl di aceto balsamico
sale e pepe bianco

Per la preparazione:

E' sempre preferibile utilizzare una bresaola non particolarmente secca e di ottima qualità.
Lavate l'insalata a disposizione e grondatela accuratamente. Disponetela egualmente sui dieci piatti a disposizione e macinatevi sopra del pepe bianco.
Preparate la salsa, emulsionando l'olio e l'aceto, con l'aiuto di un frullatore a immersione. Otterrete una salsa piuttosto densa, che andrà distribuita a filo su tutti i piatti.
Affettate sottilmente la bresaola e confezionate delle rosette racchiudendo in ciascuna un pezzetto di Casatella. Disponete infine le rosette sul letto d'insalata già condita. Volendo potreste sostituire l'aceto balsamico con quello di mele, e impreziosire il tutto facendo cadere sul piatto dei semi di sesamo o di papavero.

Seconda Ricetta: Fondi di carciofo ripieni di casatella e radicchio brasato

Un secondo piatto equilibrato dal punto di vista nutrizionale, veloce e facile da preparare, alternativo alla carne e al pesce. Potremmo confezionarlo qualche ora prima dell'impiego, conservarlo in frigorifero e poi cucinarlo al momento del servizio.

carciofi

Ingredienti per 10 persone:

30 fondi di carciofo di pezzatura media (100 g pax)
600 g di Casatella Trevigiana
400 g di Radicchio Rosso di Treviso Tardivo
100 g di porri
1 spicchio d'aglio
1/2 dl di olio extravergine d'oliva
sale e pepe
30 g di prezzemolo tritato
40 g di grana padano

Per la preparazione:

Cucinate i carciofi a vapore, oppure bolliti in acqua bollente e salata: l'importante è che durante la cottura non si rompano. Una volta cotti, disponeteli su una placca da forno.
Lavate con cura il radicchio, grondatelo e tagliatelo a piccoli pezzetti. Fate lo stesso con il porro. In una padella capace, scaldate l'olio e fate rosolare l'aglio e il porro, aggiungete il radicchio e lasciare appassire, a fuoco vivace. Condite con sale e pepe, togliete dal fuoco, e stemperate nella padella stessa, la Casatella. Profumate infine con il prezzemolo. Farcite con questo composto i fondi di carciofo che avete a disposizione.
Potrete incorporare all'impasto il grana, se intendete consumare il piatto freddo. Viceversa, se preferite degustarlo caldo, utilizzate il grana spolverandolo sui carciofi prima di una veloce gratinatura in forno, ma in ogni caso sul fondo del piatto lascerete
Potete servire il dolce come dessert freddo oppure caldo: in questo caso, cospargete di zucchero semolato la superficie e gratinate in forno per cinque minuti a 180°.
La decorazione è realizzata con sottili scaglie di cioccolato fondente e frutta fresca di stagione tagliata a fettine sottili disposte a ventaglio.

Terza Ricetta: Coppa di frolla gratinata con crema di Casatella e frutta fresca

La coppa è il contenitore, ma anche l'accompagnamento di una crema che si può preparare all'ultimo minuto e con qualsiasi frutta, precedentemente cotta nel vino. La Casatella potrà essere addolcita anche con il miele. Un dessert da proporre in qualsiasi stagione.

cremaCasatella

Ingredienti per 10 persone:

600 g di pasta frolla
500 g di Casatella Trevigiana
200 g di miele d'acacia
100 g di pere
100 g di mele
100 g di banane
il succo di un limone
2 dl di vino
100 g di zucchero
2 buste di vanillina
la buccia grattugiata d'arance e limoni

Per la preparazione:

Confezionate delle coppette di pasta frolla, che cucinerete e metterete in disparte. In una casseruola fate bollire il vino con lo zucchero, quindi sbollentatevi per alcuni minuti la frutta tagliata a dadi, che poi sgocciolerete velocemente.
Tagliate le banane a dadi e cospargetele immediatamente con il succo di limone.
In un contenitore capace inserite la Casatella e lavoratela con il miele e i profumi indicati, quindi unite tutta la macedonia di frutta. Con il composto così ottenuto riempite le coppette di frolla.Potete servire il dolce come dessert freddo oppure caldo: in questo caso, cospargete di zucchero semolato la superficie e gratinate in forno per cinque minuti a 180°.
La decorazione è realizzata con sottili scaglie di cioccolato fondente e frutta fresca di stagione tagliata a fettine sottili disposte a ventaglio.




 
Copyright © 2017 Discover Treviso. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
doctors.com website