Destinazioni

Aree Tematiche

Trova Hotel

Treviso Province
All world cities


Treviso Meteo

Mar Mer Gio Ven

Rete Fiere

Categorie Eventi

Follow us on...

Facebook LinkedIn Twitter YouTube
Banner
Banner
Amedeo Obici PDF Stampa E-mail

8_lg Amedeo Obici (1878-1947)

Aveva solo 11 anni quando partì da solo, in una notte di marzo del 1889, da Oderzo alla volta dell’America alla ricerca di fortuna e la ottenne diventando uno degli uomini più ricchi grazie alle noccioline tostate.
Figlio di una famiglia di ascendenze nobili ma in grandi ristrettezze fu dapprima ‘garzone di bandèta’ (lattoniere) e poi sigaraio, venditore di frutta, garzone di birreria e alla fine grande imprenditore. In Virginia infatti, nel 1913, fondò la Planters Nut and Chocolate Company, una grande ditta che alle noccioline tostate in sacchetto unisce la produzione delle tavolette di cioccolato, di olio e burro di arachidi.
Tre anni dopo nacque Mister Peanut, l'omino a forma di nocciolina che diede l'immagine a una fabbrica che in un solo decennio si sviluppò fino a impiegare duemila operai, facendo in poco tempo del suo fondatore uno dei 400 più grandi capitalisti americani dell’epoca.
3_lg0097926c-164e-44c6-84ed-b37feda70235
Potrebbe anche terminare qui, con un lieto fine, la storia del Re delle noccioline: grazie all'intelligenza, l'intuito e la caparbietà, propri della gente veneta, l'opitergino Amedeo Obici divenne ricco e famoso, riuscendo a realizzare quel sogno di "catar fortuna" che spinse milioni di nostri corregionali a partire nei luoghi più disparati del mondo. Ma la memoria della povertà e delle sofferenze ancora vissute da chi era rimasto in Italia e le difficoltà con le quali dovevano misurarsi gran parte dei nuovi compaesani della Virginia, fra cui i suoi operai, danno inizio ad un’altra storia che ha sempre Amedeo come protagonista. E’ la storia di un uomo che pur concedendosi una villa al mare ed un piccolo yacht, continua a lavorare fino alla fine, ostinandosi a chiudere in un armadio tutti i capi considerati troppo raffinati e che, in terra veneta come in quella americana, viene ricordato ancor oggi per il suo grande cuore. Egli non dimenticò mai la povertà. E non dimenticò mai Oderzo. Si spense in una sera del 1947, ma il suo esempio di dignità e generosità è ancora vivo e presente. Lui che aveva sempre provveduto alle spese sanitarie dei suoi operai, fece costruire a Suffolk un ospedale che ancor oggi si mantiene con le rendite della Fondazione Obici. L’ultimo pensiero, custodito nel suo testamento, lo dedicò invece a Oderzo e a tutti coloro che soffrono nel mondo. E’ andata a loro l'eredità del "Re delle noccioline", ad opere caritatevoli e all’apertura, nell’antica Opitergium, di un nuovo Padiglione di Medicina, intitolato alla madre. Ancor oggi l’Ospedale civile della città usufruisce di parte degli utili del marchio Mister Peanut, il bagigio famoso ovunque nel mondo.


www.obicihcf.org
www2.regione.veneto.it


 
Copyright © 2017 Discover Treviso. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
doctors.com website