Destinazioni

Aree Tematiche

Trova Hotel

Treviso Province
All world cities


Treviso Meteo

Ven Sab Dom Lun

Rete Fiere

Categorie Eventi

Follow us on...

Facebook LinkedIn Twitter YouTube
Banner
Banner
Tolo Marton PDF Stampa E-mail

24set03_04Tolo Marton

‘Il più intelligente e dotato chitarrista rock che l'Italia abbia mai avuto’. Paolo Vites, Jam, dic 1999

Chitarrista compositore trevigiano, Tolo Marton vanta di una carriera trentennale nell'ambito della musica di ispirazione anglo-americana. Il suo stile, classic rock, si basa su brani originali, dove il linguaggio rock gioca col blues, col country, la psichedelia, la melodia e i silenzi.
Tolo Marton è nato a Treviso nel 1951. Affascinato dalla musica fin da piccolissimo, sognava di imparare a suonare il pianoforte e diventare un musicista classico perché, influenzato dal fratello maggiore, ascoltava di continuo Beethoven, Chopin, Listz, Bach, ma in casa purtroppo non c'era un piano. Ascolta anche i 45 giri delle sorelle più grandi (anni dopo in una sua canzone, "I feel all right", racconterà per bene questa storia dei 45 giri), e impara a memoria (ancor prima di saper suonare) i rock'n'roll di Conway Twitty, Jack Scott, Elvis, Paul Anka, Everly Bros, Santo & Johnny, ma anche canzoni di Modugno e Mina. Nel 1964 un altro suo fratello torna a casa con "Help" dei Beatles e da allora Tolo comincia a sentire musica beat, ascoltare chitarre elettriche, bassi, batterie, violini, cori e tutto quanto produceva i suoni per formare una canzone. Non capiva e non gli interessava di generi musicali, studiava impasti e connessioni tra gli strumenti. Nel '66 trova una vecchia chitarra classica (Musicalia, la cui tastiera amava definire una "vasca da bagno") a casa di suo cognato e se la fa prestare. Da allora è cominciata l'avventura, che tra l'altro l'ha visto imbracciare nei primi tempi anche il basso. Dal Beat nel giro di due anni è passato ai Cream, ai Taste, a Hendrix e...Morricone. Un piccolo registratore è stato il suo libro di scuola. La sala da ballo è stata la palestra, fino al 1975. " Dopo averlo sentito suonare, sono tornata a vederlo ogni volta che potevo", così la giornalista Sharon Jones scrive di Tolo su Austin Arena Magazine (aprile 95). La rivista Chitarre, nel pubblicare lo spartito del suo pezzo "Alpine valley" descrive molto bene lo stile di Tolo quando dice: "In questa parte del brano, i suoni che TM riesce a produrre con la sua chitarra non sono trascrivibili in note.. ".Alcuni lo collocano tra i chitarristi rock, altri blues, altri addirittura country... è tutto e niente di tutto questo: Tolo è in realtà un virtuoso della chitarra, capace di trasmettere tutto ciò che ha dentro senza gesti, senza mosse, senza mimica da palcoscenico ma esclusivamente con i suoni che escono dalle sei corde. Viene considerato il chitarrista italiano che ha più classe, che non si ripete mai durante i suoi concerti, neanche a distanza d pochi giorni. La fantasia e I’improvvisazione sono evidenziate nei brani originali e negli assoli.
Sempre più spesso, quando viene presentato vengono usate espressioni del tipo:"la chitarra magica di TM", "la magia delle sei corde", "TM, la magia nelle mani", che dimostra che per molti è come se ci fosse qualcosa di magico nel suo modo di suonare. La sua vittoria aI Jimi Hendrix Electric Guitar Festival, concorso mondiale svoltosi a Seattle (U.S.A), nel ’98, è stata sicuramente clamorosa! La manifestazione era stata organizzata dalla Hendrix Family, assieme alla Fender Guitars, Aiwa e Guitar Player Magazine. L’aver ricevuto il primo premio direttamente dalle mani di Al Hendrix, padre di Jimi, ha posto su Tolo quell'attenzione che fino a prima gli riservavano solo i tanti appassionati che lo seguono da sempre.

 

www.tolomarton.com


 


 
Copyright © 2017 Discover Treviso. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
doctors.com website